Intervista ad una lav. socialmente utile

Da quanto tempo sei in Alveare?

Da fine gennaio.

Come hai conosciuto Alveare?

Tramite il mio avvocato perché dovevo svolgere dei lavori socialmente utili 

Come ti trovi in Alveare?

Entrare in questo contesto non è stato facile all’inizio. Chiunque vive una punizione come un’ingiustizia! E la mia è stata senz’altro un’ingiustizia.

Ma non tutto il male viene per nuocere; significa: anche se in un primo momento questo percorso e questo luogo non sono stati da me apprezzati, in un secondo momento ho realizzato la profonda differenza che emerge tra la cruda e materialistica, nonché pregiudizievole, società e l’ambiente sano, umile e vero di Alveare. 

Questa armoniosa atmosfera è creata, in primis, da chi la gestisce, perché sono persone che vogliono e mirano al bene della comunità e creano armonia con i loro comportamenti sobri, pacati, gentili ed empatici. In secondo luogo, da tutti i dipendenti che collaborano alla buona riuscita e al raggiungimento della mission di Alveare.  

Questo e altro mi hanno fatto riflettere sull’importanza degli ambienti di lavoro che ognuno di noi frequenta. Ho capito che se tutti gli ambienti di lavoro fossero così genuini, veri, trasparenti ed empatici, il mondo, forse, non sarebbe così corrotto. 

Pertanto, concludo dicendo che vorrei aderire da Socia alla Cooperativa e apportare il mio contributo alla comunità

Contattaci al 02 38306373 oppure qui sotto

Cliccando su "Invia" autorizzi il trattamento dei dati personali; i dati inseriti nei campi sottostanti saranno utilizzati solo allo scopo di rispondere alle domande formulate e poi saranno cancellati o pseuedonimizzati. (Scarica l'informativa in formato pdf)

Condividi